2nd edition 2018-2020

2nd edition 2018-2020

Genesi

di Gaia De Meo , Nicholas Gaudieri

Gea (in greco antico: Γῆ, Ghê), oppure Gaia (in greco ionico: Γαῖα), è, nella religione e
nella mitologia greca, la dea primordiale, la Creatrice.
La Teogonia di Esiodo racconta come, dopo Caos, sorse l’immortale Gaia.
Da sola e senza congiungersi con nessuno, Gaia genera Urano (il cielo), poi la Terra. Generò
quindi, sempre per partenogenesi, i monti, le ninfe, il mare e tutto ciò che oggi ci è conosciuto.
Secondo il modello del Big Bang, l’Universo ebbe origine con un’ “esplosione”, che riempì tutto
lo spazio, a partire da un punto materiale. Dopo questo momento ogni particella cominciò ad
allontanarsi velocemente da ogni altra particella.
Come una figlio che, dopo il parto, tende – durante il corso della sua vita – ad allontanarsi
sempre più dalla sua generatrice.
Abbiamo deciso di rappresentare Gaia in procinto di allattare quello che è il genere umano,
simboleggiato dal bambino, mentre con l’altra mano regge il Big Bang, ponendo in analogia la
visione Scientifica della nascita del mondo con la visione Mitologico-Artistica (nell’arte greca,
Gea è rappresentata come una donna incinta, che allatta, o che regge il mondo come fosse un
pancione).

Docenti: Giuseppe Esposito

Scuola: – Napoli

In mostra nella tappa:

  • Napoli 2021

Tecnica: Fotografia

Altre foto